IL NOSTRO ANGELO DI BRONZO ed altre Opere

IL NOSTRO ANGELO DI BRONZO - EROS E THANATOS- 1979-82, OLIO SU TELA , cm. 180 x 110. Tanti quadri in uno per raffigurare la simbologia dell'esistenza umana sulla terra, per chiedersi chi ha voluto tutto questo e perchè.
Riproduzione ADORAZIONE DEI RE MAGI di Hugo Van Der Goes. "A 19 anni mi sono innamorato di quest’opera del pittore fiammingo Hugo Van Der Goes ( 1470 ). L’innamoramento e l’incoscienza dell’età, mi hanno spinto alla folle decisione di copiarla fedelmente. Ci sono voluti quasi quattro anni, ma alla fine questo è stato il risultato. Ho imparato di più da questa esperienza che da tutte le scuole frequentate." (Mario Biffarella)
CIVILTA' CONTADINA olio su tela metri 2,50 x 1,60
Re di Denari
(Tema: Nel buio della psiche da uno spiraglio il folletto può portare la luce) - Spiraglio, olio su tela, cm. 70 x 50, 1977
APSARAES, olio su tela, cm. 100 x 80.
Si perde l'amore quando si subiscono i condizionamenti della vita, quando si ha paura di viverlo per istinto, la vita lo ritaglia, lo sminuisce giorno per giorno. E poi restano solo i rimpianti. " Amore ritagliato " Mario Biffarella, olio su tela 2010.
Da sinistra: don Pippo Portera, Vincenzo Consolo, Mario Biffarella.
"A raccogliere olive" - olio su tela, cm. 70 x 50.
ADAMO ED EVA 2000, olio su tela, cm.110 x 165.
Mario Biffarella e colleghi d'arte dell'area dei Nebrodi.
Olio su tela cm. 80 x 100. 2013. Nella mitologia greca Giano bifronte è il padre di tutti gli dei: è l'inizio e la fine, il dentro e il fuori, il passato e il futuro, la giovinezza e la vecchiaia. C'è stato il tempo della nascita della grande civiltà del Mediterraneo: le arti, le lettere, la filosofia, che hanno fatto crescere tutta l' Europa; oggi c'è la fine a causa dell'avidità di banchieri, massoneria, multinazionali, poteri forti, politici corrotti. Furono i barbari a finire il grande impero romano, oggi sono i nuovi barbari a distruggere i valori dei nostri antenati. Nella simbologia la Musa versava abbondanza dalla magica cornucopia e posava corone d'alloro sulle teste degli eroi, oggi escono solo i simboli negativi che l'avidità ha prodotto nel genere umano: Dollaro ed euro due simboli portatori di ricchezza per pochi e miseria per molti. Scomparirà la nostra grande civiltà ? E' molto probabile, ma se così sarà, non si salverà nessuno, nemmeno ricchi e potenti. " AVIDITAS VITAM INTERFICIT.
"AVIDITAS VITAM INTERFICIT" L'avidità insita nel genere umano, non ha confini; oggi più che in passato nel nostro sistema sociale è stata legittimata come " diritto alla felicità " e in nome di questa utopia è stato annullato qualunque valore etico e morale. Il tema dell'opera tratta della distruzione fisica e mentale di intere generazioni di giovani che prima vengono privati del lavoro e poi finiscono nelle mani della criminalità che li rende schiavi delle droghe e li sfrutta fino ad ucciderli. Questi giovani non vivono più la loro giovinezza, passano dal mondo dorato delle favole a quello di una criminalità che prospera all'interno di un sistema sociale corrotto e ingiusto. L'opera appartiene al periodo della multidimensionalità dove passato, presente e futuro sono presenti nella medesima raffigurazione simbolica che trae spunto in questo caso, dalla favola di Biancaneve e dal biancore delle droghe. L'avidità sta distruggendo la vita sul pianeta.
Donna vita, donna amore, donna pace; in questa connotazione valoriale si può inquadrare il genere femminile sul pianeta. Purtroppo la subordinazione al potere maschilista, come evidenzia il corso della storia, ha ritardato la sessa evoluzione del genere umano. Nel nostro tempo con l'emancipazione femminile si è sviluppato in molti paesi del mondo, un processo degradante all' inverso, con un incremento della violenza e della mercificazione fisica. La tela tipica del realismo simbolico dell'autore, vuole esortare a prendere coscienza del problema non con una equiparazione ai modelli maschili, ma con un riconoscimento dei valori femminili, per rendere la nostra società più umana e più giusta.
La visione e l'enigma, olio su tela, 50 x 70 - 2014
Cicè - Santa Teresa - Giugno 2014

Scrivi un nuovo commento: (Clicca qui)

123homepage.it
Caratteri rimanenti: 160
OK Sta inviando...
Vedi tutti i commenti

Commenti più recenti

11.12 | 12:32

Filippo, sei sempre sulla "breccia dell'informazione" e ci regali dei fatti storici molto interessanti. Grazie.

...
19.08 | 11:17

Molto interessante, grazie per averci fatto conoscere la storia della processione di San Sebastiano.

...
25.04 | 18:13

Grazie del commento. Hai colto a perfezione!

...
25.04 | 12:49

QUANDO SI AGGIUNGE UN NUOVO TASSELLO A QUALCOSA DI MISTERIOSO ,C'E' SEMPRE UNA GRANDE GIOIA CHE CI RISCALDA IL CUORE, LA MENTE E L'ANIMA. EUREKA!

...
A te piace questa pagina
Ciao!
Prova a creare la tua pagina web come me! E' facile e lo puoi provare gratis
ANNUNCIO